immagine

Corso di Laurea in Bio-Ecologia Marina

Chimica bioinorganica dell’ambiente marino - modulo 1

Materiale Didattico

Diapositive delle lezioni, appunti realizzati dal docente.

Iscrizione on-line agli esami

Informazioni base

Modulo di: 
Chimica Bioinorganica ed Organica dell’Ambiente Marino
Corso di Laurea: 
Bioecologia Marina
Docente: 
SSD: 
CHIM/03
Tipologia AF: 
AF
Anno Accademico: 
2014-2015
Anno di corso: 
Primo anno
Semestre: 
Primo
CFU Lezione Frontale: 
3
Lingua di insegnamento: 
Italiano o inglese se richiesto.
Sede delle lezioni: 

Cittadella Universitaria di Monserrato

Scheda insegnamento

Obiettivi formativi: 

Il corso ha lo scopo di far acquisire le conoscenze di base dell’interazione tra le acque marine e le sostanze organiche e i principi della purificazione dei reflui e dei metodi analitici per le sostanze organiche in ambiente acquoso. Inoltre provvede a fornire nozioni fondamentali della chimica di coordinazione, e dettagli sulla chimica del diossigeno in relazione alla reattività e trasferimento.

Prerequisiti: 

Lo studente deve avere una laurea di primo livello in cui abbia sostenuto almeno un esame di Chimica Organica e uno di Chimica Generale.

Propedeuticità: 

Nessuna

Metodi e strumenti didattici: 

Lezioni frontali svolte utilizzando diapositive realizzate con Power Point.

Modalità di iscrizione all'esame: 

Per gli studenti della laurea magistrale in Bioecologia Marina le iscrizioni agli appelli si effettuano tramite sistema ESSE3 sul sito https://webstudenti.unica.it a partire da circa un mese fino a quattro giorni prima dell’appello.

Modalità d’esame: 

Prova orale

Descrittori Europei

Conoscenza e capacità di comprensione: 

- Capire l’interazione tra sostanze organiche e acque.
- Apprendere i principi della depurazione dei reflui.
- Conoscere i sistemi di analisi delle sostanze organiche nelle acque.
- Introdurre i concetti di base di Chimica Bioinorganica per comprendere le relazioni fra struttura molecolare e meccanismi di reazione di sistemi biologici.

Capacità applicative: 

- Rendersi conto dei problemi ambientali delle acque legati alle sostanze organiche.
- Avere la capacita di giudicare chi far intervenire per risolvere i problemi ambientali delle acque legati alle sostanze organiche.
- Indirizzare le metodiche analitiche

Autonomia di giudizio: 

- Saper distinguere i problemi ambientali delle acque legati alle sostanze organiche
- Correlare ambiente acquoso e presenza di sostanze organiche
- Distinguere le diverse metodiche analitiche

Abilità nella comunicazione: 

- Estensione dei concetti relativi alla presenza di sostanze organiche nelle acque.
- Capacità di manipolare le informazioni del materiale didattico fornito in forma elettronica.

Capacità di apprendere: 

Le discussioni con il docente, le esercitazioni e il materiale didattico, diapositive delle lezioni, esercizi di autoapprendimento individuale ed esercizi di autovalutazione, dovrebbero sviluppare la capacità dello studente di saper utilizzare il materiale fornito per migliorare la propria preparazione e sviluppare il senso critico circa l’adeguatezza della stessa in vista del momento della verifica.

Programma

Programma: 
  • Principi di chimica di coordinazione relativi alla bioinorganica: generalità, acidi, leganti, legame, stabilità, labilità, pH, e redox.
  • Diossigeno e molecole derivate: stati di ossidazione, orbital molecolari, reattività e tossicità.
  • Trasporto del diossigeno: Emoglobina e mioglobina, emeritrina, emocianina.
  • Trasferimento dell’atomo di ossigeno: Citocromo P450.
  • Altre reazioni dei derivati del diossigeno: Cu-Zn Superossi dismutasi, catalasi e perossidasi.

Testi di riferimento

Testi di riferimento: 

- Rindone: “Introduzione alla Chimica Ambientale”, CittàStudi, Milano;
- Yurkanis Bruice: "Elementi di Chimica Organica", EdiSES, Napoli;
- Manahan: "Water Chemistry: Green Science and Technology of Nature's Most Renewable Resource", CRC Press;
- Kaplan: "Basic Laboratory Procedures for Wastewater Examination", Water Environment Federation
- Damià Barceló: "Emerging Organic Pollutants in Waste Waters and Sludge", Springer;
- J.C.Kotz, P.M.Treichel, J.R.Towsend, “Chimica”, EdiSES, Napoli;
- F.Basolo e R. Johnson, “Chimica dei Composti di Coordinazione”, Zanichelli, Bologna;
- W.Kaim and B.Schwedersky, “Bioinorganic Chemistry: Inorganic Elements in the Chemistry of Life, An Introduction and Guide”, J. Wiley and Sons;
- J.A.Cowan, “Inorganic Biochemistry An Introduction”, Wiley- VCH;
- S.J.Lippard and J.M.Berg, “Principles of Bioinorganic Chemistry”, University Science Books, Mill Valey California;
- I. Bertini, H.B. Gray, S.J. Lippard and J. Selverstone Valentine, “Bioinorganic Chemistry”, University Science Books, Sausalito, California.

Classe di Scienze Biologiche- Facoltà di Biologia e Farmacia - Università degli Studi di Cagliari